Lenti a contatto: i rischi di una manutenzione poco accurata

Pubblicato il 07/03/2017

La manutenzione delle lenti a contatto

L’utilizzo delle lenti a contatto è sempre più diffuso, in particolare per ovviare alla scomodità di indossare gli occhiali tutto il giorno o per una maggiore sicurezza nel praticare alcuni sport. Per questo motivo se ne trovano in commercio diversi tipi, come diversi sono i detergenti necessari alla loro pulizia. L’igiene per questo tipo di prodotto è essenziale, in quanto entrando a contatto diretto con gli occhi, se non correttamente pulite, le lenti potrebbero causare infezioni o altri tipi di problemi. Alcuni consigli per la manutenzione delle lenti a contatto consentono di prolungarne l’efficacia e garantire la salute della propria vista.


L’igiene prima dell’applicazione

Prendersi cura delle lenti a contatto è un’operazione quotidiana da effettuare con attenzione. Prima di toccare le lenti è sempre necessario lavarsi e asciugarsi accuratamente le mani, in modo che l’acqua non vi entri mai a contatto. L’eliminazione di germi e batteri dalle mani scongiura la possibilità che questi entrino a contatto con gli occhi. Preventivamente all’applicazione, strofinare la lente nel palmo della mano con la soluzione salina. Infine svuotare il porta lenti dalla soluzione messa la sera precedente e lasciarla asciugare aperta.


Come riporle la sera

Lavarsi e asciugarsi bene le mani è un passaggio essenziale ogni volta che ci si accinge a toccare le lenti. Riempire il porta lenti con il liquido fino al bordo, mai rabboccarlo. Togliere una lente, metterla nel palmo della mano e strofinarla con la soluzione detergente. Sciacquarla abbondantemente con la soluzione salina. Riporla nel porta lenti ed effettuare le stesse operazioni con l’altra lente.


Le soluzioni detergenti e disinfettanti

Esistono vari tipi di prodotti atti a pulire le lenti a contatto e le loro custodie. È essenziale ricordare che per la detersione di entrambi non bisogna mai utilizzare l’acqua o la saliva, ma solo i detergenti specifici.

Soluzioni multiuso

Per la conservazione delle lenti morbide. Sono soluzioni multifunzionali che sciacquano, disinfettano e puliscono, eliminando batteri, funghi e sporco, inumidendo le lenti.

Soluzioni sterili saline

Non disinfettano, ma servono a risciacquare le lenti e a prepararle per l’applicazione. Necessitano della combinazione con sistemi disinfettanti.

Detergente

Rimuove depositi lipidici e proteine lacrimali, ma non sterilizza. Applicato sul palmo della mano, si usa per strofinare la lente, eliminando le impurità. Alla fine del procedimento va risciacquato.

Perossido di idrogeno

Si utilizza per la disinfezione delle lenti. Esistono detergenti a due fasi, dove il perossido deve essere ben risciacquato con la fisiologica prima di indossare le lenti, e sistemi one step, in cui non è necessario il risciacquo.

Detergente enzimatico

Offre una pulizia più approfondita dal deposito di proteine. Si utilizza una volta a settimana. Seguire questi consigli per la manutenzione di lenti a contatto consentirà agli occhi di restare sempre in salute.